Tenuta Quattro Pizzure

La Tenuta

La struttura comprende:

Maneggio con cavalli addestrati; locali per attività didattiche corredati di servizi all’interno e all’esterno; piccola fattoria con diversi animali; percorsi di circa 2 km di sentieri pianeggianti percorribili da ausili con ruote, cavalli, calessi, o per passeggiate a piedi; orto didattico e varie piantagioni botaniche al fine di promuovere nelle scuole e nel territorio la conoscenza delle coltivazioni biologiche e il rispetto della natura.

Obiettivi e mission di una masseria didattica e fattoria sociale a sostegno della felicità


Il termine resilienza, sinonimo di elasticità, ammortizzabilità è in origine usato per lo più nell’ingegneria dei materiali e riguarda la capacità di un materiale di resistere a urti improvvisi senza spezzarsi. In psicologia la resilienza viene vista come la capacità dell’uomo di affrontare le avversità della vita, di superarle e di uscirne addirittura rinforzato. In tal senso la nostra mission
riguarda l’opportunità di partire dalle risorse disponibili e indirizzarle in occasioni di cambiamento positivo.
Obiettivo principale è quello di far emergere i talenti silenti in ognuno di noi, sia che si tratti o meno di soggetti in condizione svantaggiata. In realtà riteniamo che il benessere sia legato alla possibilità per tutti di esprimere e valorizzare la propria creatività, spesso poco esercitata o addirittura sconosciuta. Diventare soggetti delle proprie abilità ci rende responsabili e rispettosi dell’altro e dell’ambiente in cui viviamo, offrendoci reciprocamente come educatori e portatori di knowhow
da trasmettere. Il comune denominatore di ogni attività è l’interdisciplinarietà; quando si fa musica si lavora con il corpo e con la narrazione di sé; quando andiamo a cavallo stiamo sperimentando non solo la nostra abilità fisica, ma anche la nostra sensibilità emotiva e la capacità di accudire l’animale (igiene, alimentazione). Il nostro vuole essere uno spazio polifunzionale dove realizzare percorsi che attraversano tutti gli ambiti della persona: dallo stile di vita e indirizzo dei bisogni primari (alimentazione, benessere, affettività, educazione) alle esigenze espressive, di comunicazione e produttive. Tutte le attività hanno un obiettivo ludico ed in seconda istanza si realizza anche quello dell’aver cura di se stessi; l’esperienza in quanto liberatoria e piacevole ha di per sé un effetto positivo e rigenerante. E’ rivolto a persone di tutte le età, operatori del terzo settore, educatori, operatori della salute, soggetti in età evolutiva, famiglie, coppie, gruppi, soggetti in condizione
svantaggiata, operatori nel campo artistico. La struttura si presenta priva di barriere architettoniche ed offre una serie di servizi per consentire in primo luogo di stare a contatto con il verde e la natura e di usufruire di attività formative, laboratori, progettualità ed eventi.

Il nostro team

Nella tenuta opererà un team composto da : Esperti in agricoltura naturale e biologica, Istruttori
di equitazione, Psicologi, Fisioterapisti, Esperti in C.A.A., Naturopati, Operatori didattici in grado di formulare un insieme di attività finalizzate ad offrire un contesto che possa portare il massimo benessere all’individuo.

L'interno

Il parco

I Fantasmi delle Quattro Pizzure

Il richiamo te li castarieddri ritenuto presagio di un imminente decesso, le porte socchiuse per dar modo alle anime di far visita al morituro, lo scricchiolio di tavoli segno di un ‘imminente sventura facevano parte del complesso cerimoniale che precedeva e seguiva il trapasso di una persona ad altra vita, retaggio di una comunità nella quale regnava l’analfabetismo. Eppure, a memoria d’uomo, mai in Novoli si è avuto sentore di sedute spiritiche. Non mancavano, tuttavia, le malumbre e le apparizioni dei fantasmisotto le varie forme. Le apparizioni avvenivano sempre laddove una morte violenta o un’avvenuta disgrazia potevano essere ritenute la causa di tutto quanto succedeva sul posto. A Novoli, il fantasma, a dire il vero, appariva con una certa facilità e mai, però, un’apparizione è rimasta avvolta nel mistero perché si è sempre capito il motivo per il quale ciò si verificava. In epoca di alfabetizzazione pare un assurdo l’aver pensato che un defunto potesse rimanere vincolato ad interessi materiali tanto da doversene occupare come spirito.

 

Alcune foto storiche

/

via Lecce, s.n.c (case sparse) - I-73051 - Novoli (LE) - Powered by Jecko Development

JoomSpirit